Cultura: l’8 dicembre al Museo della Porziuncola un concerto con canti dedicati a Maria

Per la prima volta il Museo della Porziuncola apre le porte ad un concerto, non a caso, in occasione della solennità dell’Immacolata Concezione. L’appuntamento è per venerdì 8 dicembre alle 17: “un pomeriggio di elevazione spirituale”, si legge in un comunicato, con la voce del tenore frate Alessandro, le armonie dell’arpa di Maria Chiara Fiorucci e la forza del soprano Elisa Bovi. Verranno proposti brani della tradizione popolare mariana attraverso un ampio arco temporale, che va dalla musica medievale passando per quella romantica sino alla contemporanea. Il tutto circondati da secoli di arte e antichi volumi che accompagneranno al cuore del mistero dell’amore di Dio che risplende singolarmente in Maria. A partire proprio dal giorno dell’Immacolata Concezione, l’8 dicembre, l’ingresso al Museo sarà gratuito fino al 7 gennaio. Nel corso dei secoli, spiega ancora il comunicato, “il ruolo centrale della Vergine Maria nella vita e nella spiritualità del convento e della Basilica papale di Santa Maria degli Angeli” è consegnato da “alcune preziose opere conservate al museo, come una Madonna del Latte (fine XIV-primi XV sec.) proveniente dal coronamento gotico della Porziuncola e una splendida Incoronazione della Vergine, parte del pregevole dossale di Andrea della Robbia (1475 circa), nonché da documenti scritti che ci mostrano l’impegno dei frati nello studio e nella divulgazione della devozione mariana”. Tutto ha avuto origine dallo stesso Francesco d’Assisi e dal suo straordinario amore per Maria che “leggeva” la Porziuncola come icona della Vergine.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa