Emergenza freddo: Caritas Como, predisposte tre nuove tende per i migranti in transito

La soluzione al bisogno di accoglienza per i migranti accampati dal maggio scorso all’autosilo Valmulini di Como passa per tre tende allestite nei giorni scorsi dalla Caritas diocesana, con l’aiuto della Croce Rossa e dell’associazione Como Accoglie, nel cortile interno del Centro pastorale cardinal Ferrari, sede degli Uffici pastorali della diocesi di Como. Si tratta di 40 posti che vanno a raddoppiare quelli attivi negli adiacenti locali di via Sirtori all’interno del progetto denominato “Emergenza freddo” promosso sempre da Caritas, insieme a Croce Rossa e ad altre associazioni del territorio, per dare un riparo ai senza fissa dimora, italiani e stranieri, da tempo residenti sul territorio. “Si accusa spesso la Chiesa di Como di fare poco in termini di accoglienza, posso invece dire che le parrocchie e la diocesi stanno facendo tutta la loro parte”, ha detto il direttore della Caritas diocesana Roberto Bernasconi sottolineando come, al tessuto ecclesiale, siano da ricondurre la quasi totalità dei 201 posti letto, tra permanenti e stagionali, attualmente disponibili in città per senza fissa dimora e migranti. “In questi giorni vediamo brillare le luci delle luminarie – ha aggiunto il direttore – ma c’è una Como che opera in maniera silenziosa e si rimbocca le maniche per risolvere i problemi”. “La scelta di accettare la posa delle tende non è stata facile, per le difficoltà oggettive che si vengono a creare – ha precisato Laura Legnani, presidente della Fondazione Card. Ferrari – ma il Consiglio si è trovato d’accordo nel fare qualcosa per mantenere fede alle finalità anche caritative che sono iscritte nello statuto della Fondazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa