Volontariato: Mattarella, “è espressione alta di umanità”. “Può essere un moltiplicare e catalizzare le energie per un mondo sempre più equo e inclusivo”

“Il volontariato è espressione alta di umanità. Il lavoro che i volontari donano rappresenta un tesoro di valore inestimabile, che affronta problemi e semina speranza e fiducia, arricchendo il modello sociale”. È quanto dichiara il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata internazionale del volontariato, proclamata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1985. Per Mattarella questa Giornata “è un riconoscimento del grande valore etico e sociale dell’opera quotidiana di milioni di persone che, in ogni parte del pianeta, dedicano tempo, passione, talento nel testimoniare solidarietà, nel rafforzare i vincoli di comunità, nel migliorare il mondo che tutti abitiamo”. “Le Nazioni Unite hanno opportunamente indicato gli obiettivi dell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”, prosegue il presidente della Repubblica, secondo cui “si tratta di obiettivi ambiziosi, ma raggiungibili. Occorre che alla volontà dei popoli si aggiungano quelle degli Stati, delle istituzioni e degli altri organismi internazionali”. “Il volontariato può essere – nella diversità e nella libertà delle sue espressioni – un moltiplicare e un catalizzare delle energie per un mondo sempre più equo e inclusivo”, conclude Mattarella.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa