Giornalismo: Simonetta Venturin, Giulia Salmaso e Anna Maria Giordano vincitrici del “Premio Natale Ucsi 2017”

Simonetta Venturin (Il Popolo), Giulia Salmaso (TV2000), Anna Maria Giordano (Rai – Radio3), sul podio della XXIII edizione del Premio giornalistico nazionale “Natale Ucsi 2017” che valorizza le buone notizie, rispettivamente per le categorie Premio Ucsi – Fondazione Cattolica alla Stampa, alla Tv e alla Radio. Riconoscimenti speciali vanno a Lucia Caretti de La Stampa (Targa Athesis) ed Elena Filini de Il Gazzettino (premio Genio della donna – Banco Bpm). La giuria del premio promosso dall’Ucsi di Verona (con il patrocinio dell’Ucsi, Comune di Verona, Ordine nazionale dei giornalisti, Ordine dei giornalisti del Veneto e con l’apporto della società editrice Athesis e dell’Ufficio Regionale Comunicazioni sociali della Conferenza episcopale del Triveneto) assegna inoltre il premio Giornalisti e Società: la professione giornalistica a servizio dell’uomo al Corriere della Sera, per l’iniziativa editoriale settimanale “Buone Notizie – L’impresa del bene”. Mentre Barbara Ganz de Il Sole 24 Ore e Adriana Vallisari di Verona Fedele ricevono una menzione nell’ambito del Premio Ucsi – Fondazione Cattolica alla Stampa.
Il “Premio Natale Ucsi 2017” è dedicato alla memoria di Giuseppe Faccincani. La giornalista Simonetta Venturin, direttrice del settimanale Il Popolo, è premiata per lo speciale “Oltre e nonostante la crisi: quattro storie da applauso”; Giulia Salmaso per il servizio “Il Post: la guerra di Massimo”, andato in onda su Tv2000; Anna Maria Giordano di Rai Radio3, per “Maggie, la Madre Teresa africana”. Le vincitrici dei tre premi Ucsi–Fondazione Cattolica (alla Stampa, Tv, Radio) riceveranno una scultura in argento del maestro veronese Alberto Zucchetta e un riconoscimento in danaro.
“Il Premio Ucsi nasce dalla volontà di sottolineare il bene e non soltanto la cronaca nera – commenta don Bruno Cescon, docente al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma – e per l’aver creduto che nel mondo giornalistico vi fosse una porta aperta anche verso la solidarietà. Quella solidarietà che nelle sue più svariate manifestazioni costruite dal basso, riesce a sopperire a certe carenze delle istituzioni, venendo in soccorso a situazioni di difficoltà che chi vive sul territorio tocca con mano ogni giorno. Problemi che paiono irrisolvibili, ma che amore e intelligenza riescono a trasformare in un’azione di comprensione e sostegno reciproco. Il Premio Natale Ucsi vuole dunque contribuire a far sì che lo spirito del volontariato si travasi sempre più anche nelle professionalità istituzionali”. La cerimonia di premiazione si terrà a Palazzo Barbieri (sede del Municipio di Verona) il 16 dicembre, alle ore 11.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia