Giornata migrante e rifugiato: Caritas Tarvisina, oltre 150 famiglie hanno invitato un richiedente asilo a pranzo

“Oltre 150 famiglie della diocesi di Treviso, ma il telefono continua a squillare tutt’ora, hanno chiesto di poter ospitare un richiedente asilo domenica 14 gennaio”. Lo comunica Caritas Tarvisina, che ha lanciato l’iniziativa “Invita un migrante a pranzo”, in occasione della Giornata del migrante e del rifugiato, che ricorre domani. Si tratta dell’ultima proposta in ordine di tempo, legata all’accoglienza di richiedenti asilo, quasi 1000 dal 2014, che rientra in un processo di coinvolgimento “sempre più concreto” della comunità nell’accoglienza da parte della Caritas diocesana. Sono stati “centinaia gli incontri sul territorio sul tema dell’immigrazione”, “numerose le testimonianze dei volontari attivi nelle case di accoglienza” e “costante lo sforzo dei ragazzi accolti per l’integrazione”. “La risposta del territorio per l’iniziativa ‘Invita un migrante a pranzo’ è stata veramente sorprendente. Abbiamo dovuto, a malincuore, rifiutare la disponibilità di oltre 50 famiglie, perché ormai tutti i 120 migranti accolti in Caritas avevano ricevuto un invito a pranzo già a inizio settimana – racconta don Davide Schiavon, direttore di Caritas Tarvisina -. Ci auguriamo che questo entusiasmo sia il segno di un cambiamento di rotta silenzioso ma concreto nell’atteggiamento verso questi fratelli, specialmente in questo momento in cui, nella sola città di Treviso, ci sono una cinquantina di migranti che dormono in strada”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori