Germania: dal 7 all’11 gennaio visita del presidente Commissione Chiesa universale a Cuba

Se dopo la visita di Papa Francesco a Cuba nel 2015, c’è stata una “lieve distensione” nel rapporto tra la Chiesa e il governo del presidente Raúl Castro, “arresti di dissidenti politici sono all’ordine del giorno e il blocco economico degli Stati Uniti ha pesanti conseguenze sulla popolazione”. Per questo dal 7 all’11 gennaio il presidente della Commissione Chiesa universale della Conferenza episcopale tedesca, l’arcivescovo Ludwig Schick di Bamberg andrà a Cuba: sarà una “visita di solidarietà”, come la definisce il comunicato stampa dei vescovi tedeschi. Sull’agenda dell’arcivescovo però ci sono molti punti da verificare relativi alla “situazione della Chiesa e la vita dei cristiani cattolici nel Paese”: “Questioni pastorali, l’educazione e i media della Chiesa, le iniziative umanitarie dopo i grandi disastri”, l’ultimo dei quali l’uragano Irma nel settembre scorso. Insieme a mons. Schick viaggerà padre Michael Heinz, il presidente di Adveniat, l’ente cattolico tedesco di solidarietà per l’America Latina che porta avanti numerosi progetti a Cuba. Previsti incontri con il Consiglio permanente della Conferenza episcopale cubana, con il nunzio apostolico Giorgio Lingua, con l’ambasciatore tedesco a Cuba Thomas Karl Neisinger e con rappresentanti della Caritas, delle associazioni e delle comunità religiose cubane. Durante il soggiorno, mons. Schick visiterà celebrerà anche in diverse comunità locali.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia