Salute: Trento, neonatologi di nove Paesi a confronto, il 23 e il 24 febbraio, sulle “cure del neonato nei Paesi a risorse limitate”

Si svolgerà, il 23 e il 24 febbraio, dalle 8.45, a Trento, il quarto congresso nazionale di “cure del neonato nei Paesi a limitare risorse”, in occasione dei 20 anni di progetti degli Amici della neonatologia trentina. Parteciperanno neonatologi provenienti da nove Paesi che presenteranno i progetti realizzati in quei luoghi: Vietnam, Laos, Cambogia, Myanmar, Filippine, Timor Est, Nepal, Filippine e Tunisia. Si confronteranno con i massimi esperti italiani nelle cure al neonato in contesti a limitate risorse. Interverranno Ornella Lincetto, specialista a Ginevra, Mario De Curtis, docente di Pediatria all’Università La Sapienza di Roma e direttore dell’Unità di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale del Policlinico Umberto I, a Roma, e Claudio Fabris, docente di Neonatologia, all’Università di Torino. La lezione magistrale “Taglio cesareo nei paesi ad alta fertilità: quando, perché, come” sarà affidata a Keren Picucci, da anni primario di ostetricia e ginecologia presso l’ospedale materno infantile di Emergency, nella valle del Panshir, in Afghanistan. Il congresso, organizzato dal gruppo di studio Cure del neonato nei Paesi a limitate risorse, dalla Società italiana di neonatologia assieme all’associazione Amici della neonatologia trentina, ospiterà anche la mostra fotografica di Inter Campus, nel ventennale dei progetti di diritto al gioco. “Il congresso rappresenta l’occasione non solo per porre nella massima attenzione le tematiche della salute della donna e del neonato nei Paesi a limitate risorse – si legge in una nota -, ma anche per mettere a confronto i tecnici della comunità scientifica e gli implementing agent delle organizzazioni umanitarie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo