This content is available in English

Regno Unito: statua della Madonna di Walsingham, pellegrinaggio in tutte le cattedrali cattoliche fino a Westminster

(Londra) “Un momento ricco di speranza e un’occasione importante per l’evangelizzazione”: così il cardinale Vincent Nichols, primate cattolico di Inghilterra e Galles, ha definito la decisione di ridedicare il Paese alla Madonna, come “dote di Maria”, proprio come avvenne nel Medioevo. La statua della Vergine del santuario di Walsingham, il più importante del Regno Unito, girerà tutte le cattedrali cattoliche arrivando in quella londinese di Westminster, chiesa madre del cattolicesimo inglese, nel 2020. Responsabile dell’iniziativa è monsignor John Armitage rettore del santuario mariano di Walsingham, nel Norfolk, a due ore d’auto da Londra. “Mentre nel Medioevo era stato il re Riccardo II a donare alla Vergine il nostro Paese, oggi saranno i fedeli a riscoprire che cosa significa che l’Inghilterra è la dote di Maria”, spiega. “Chiediamo alla Madonna di guidare e proteggere il nostro Paese cosi che la nostra gente possa collaborare per costruire il bene comune”. Il giro della statua, una copia dell’originale, che venne bruciata e buttata nel Tamigi, ai tempi della Riforma di Enrico VIII, comincerà dalla cattedrale di Liverpool il 21 giugno prossimo. Maria apparse a Richeldis de Faverches, una nobildonna di Walsingham, attorno all’anno mille, e le chiese di costruire una casa simile a quella di Nazareth. Il santuario venne distrutto durante la Riforma di Enrico VIII e rinacque soltanto alla fine ottocento quando i cattolici riacquistarono i diritti civili.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa