Ue: Macron a Strasburgo, “nazionalismi distruggono senza costruire”. Migrazioni, “cambiare Dublino e vera solidarietà europea”

(Strasburgo) Quattro i settori di intervento che Emmanuel Macron indica come prioritari per rafforzare l’azione comunitaria. Anzitutto le migrazioni, cambiando – afferma – le regole di Dublino e “costruendo una vera solidarietà europea”. A questo proposito Macron propone l’istituzione di uno speciale fondo Ue “a sostegno delle comunità locali che accolgono i rifugiati”. Secondo punto: tassazione del digitale, “anche per dare risorse proprie al bilancio Ue”; quindi la riforma dell’unione economica e monetaria e la creazione dell’unione bancaria; quarto, la cultura come elemento unificante pur nella diversità delle espressioni e identità nazionali. Macron ricorda che una sovranità europea oggi si costruisce in altri sei ambiti: sicurezza e difesa, competitività e politica commerciale, energia e cambiamento climatico, sanità e alimentazione di qualità, digitale, pilastro sociale. Macron parla della necessità di un “progetto rinnovato” e di “ambizioni nuove” per l’Ue, proprio per rispondere ai nazionalismi, che “vorrebbero solo la paralisi” politica, che “vogliono distruggere senza edificare”. “Occorre invece interpretare malcontento e rabbia dei popoli” per rispondervi con efficacia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo