Papa Francesco: udienza, “tenerezza, bontà, umiltà, mansuetudine, magnanimità e carità” sono le “virtù” del cristiano

foto SIR/Marco Calvarese

La veste bianca e la candela accesa “sono segni visibili che manifestano la dignità dei battezzati e la loro vocazione cristiana”. Lo ha detto il Papa, che con l’udienza di oggi ha concluso il ciclo di catechesi sul battesimo, soffermandosi sugli “effetti spirituali” di questo sacramento, “invisibili agli occhi ma operativi nel cuore di chi è diventato nuova creatura”. “Quanti siete stati battezzati in Cristo vi siete rivestiti di Cristo”, ha esclamato Francesco citando san Paolo: “Dopo il lavacro di rigenerazione, capace di ricreare l’uomo secondo Dio nella vera santità, è parso naturale, fin dai primi secoli, rivestire i neobattezzati di una veste nuova, candida, a similitudine dello splendore della vita conseguita in Cristo e nello Spirito Santo”. “La veste bianca, mentre esprime simbolicamente ciò che è accaduto nel sacramento, annuncia la condizione dei trasfigurati nella gloria divina”, ha spiegato il Papa: “Che cosa significhi rivestirsi di Cristo, lo ricorda san Paolo spiegando quali sono le virtù che i battezzati debbono coltivare: ‘Scelti da Dio, santi e amati, rivestitevi di sentimenti di tenerezza, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di magnanimità, sopportandovi a vicenda e perdonandovi gli uni gli altri. Ma sopra tutte queste cose rivestitevi della carità, che le unisce in modo perfetto'”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia