Inghilterra: Saunders (Univ. Saint Mary), populismo è “stile di comunicazione anziché un’ideologia”

Populismo come linguaggio aggressivo che veicola emozioni senza capirle e tanto razzismo in questi tempi di Brexit. A confermare che in Gran Bretagna, mentre ci si allontana dall’Unione europea, un atteggiamento di rifiuto degli stranieri è sempre più diffuso è stata la nota giornalista cattolica britannica Shelagh Fogarty durante un incontro dal titolo “Vivere in tempi di populismo come giornalisti e cittadini”. Organizzato dall’Ufficio stampa della Conferenza episcopale cattolica di Inghilterra e Galles, in occasione della Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, il convegno ha visto la partecipazione di diversi giornalisti e dell’esperta di media Karen Saunders, docente all’Università cattolica londinese di Saint Mary. Fogarty ha confermato come, durante il popolarissimo programma radiofonico che conduce per il canale radio Lbc, molto seguito a Londra, sempre più spesso gli ascoltatori usano toni aggressivi e razzisti. “Come giornalista cattolica mi ritrovo spesso a moderare i toni, riportare alla ragione. Insomma, insegnare ad usare un linguaggio più autentico”, ha spiegato. È toccato a Saunders analizzare le origini del populismo che ha definito “uno stile di comunicazione anziché un’ideologia” che esclude una certa categoria di persone, spesso le élite, generando rabbia e risentimento.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa