Ue-Balcani occidentali: Dichiarazione di Sofia, insieme per sicurezza e contro il terrorismo. Prossimo vertice a Zagabria nel 2020

(Sofia) I paesi europei e i loro colleghi balcanici si impegnano, secondo la Dichiarazione di Sofia, a lavorare insieme in materia di sicurezza ricordando come la loro cooperazione per arginare i flussi migratori illegali abbia dato frutti “e sarà ulteriormente sviluppata”. Tra gli ambiti di interesse comune: la lotta al terrorismo e all’estremismo, ivi compresi “il finanziamento, la radicalizzazione e il ritorno dei combattenti terroristi stranieri”. Inoltre l’Ue aspetta risultati concreti dai Paesi balcanici “nella lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata”. “L’Ue si compiace dell’impegno assunto dai partner dei Balcani occidentali ad adottare iniziative comuni sia con l’Unione che tra di loro contro la tratta di esseri umani, la coltivazione delle droghe e il traffico di esseri umani, droga e armi”, si legge nel documento di Sofia. Nel testo non figurano gli altri attori che hanno influenza nella zona come la Russia ma si parla di “contrastare insieme la disinformazione e le altre attività ibride per quanto riguarda la resilienza, la cibersicurezza e la comunicazione strategica”. Al termine della dichiarazione di Sofia si annuncia che il prossimo vertice Ue-Balcani occidentali sarà in Croazia durante la presidenza europea di Zagabria nel 2020.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa