Ue: nel bilancio pluriennale fondi per sicurezza e difesa. Katainen, “investimenti per tutelare i cittadini”

(Strasburgo) “Stiamo acquisendo una maggiore titolarità nel difendere e proteggere i nostri cittadini. Per la prima volta nella storia dell’Unione europea, una parte del bilancio comunitario è destinata ad investimenti collettivi finalizzati allo sviluppo di nuove tecnologie e nuovi materiali per proteggere i nostri cittadini. Il Fondo europeo per la difesa è uno strumento che incoraggia gli investimenti congiunti e intensifica gli sforzi degli Stati membri nel settore della difesa”. Jyrki Katainen, vicepresidente della Commissione, commenta le proposte avanzate oggi dall’esecutivo nel campo della difesa per il bilancio pluriennale 2021-2027. Tredici i miliardi di euro in sette anni per investimenti, ricerca e collaborazioni ravvicinate nell’ambito della sicurezza, dieci quelli riservati a un nuovo fondo per promuovere azioni di pace. Elżbieta Bieńkowska, commissaria responsabile per il mercato interno e l’industria, aggiunge: “Il Fondo europeo per la difesa segna una svolta decisiva per la cooperazione nel settore in Europa. Prendendo le mosse dalle prime iniziative sperimentate negli ultimi due anni, lo stiamo ora potenziando per trasformarlo in un ambizioso strumento europeo atto a sostenere progetti di collaborazione nel settore della difesa lungo l’intero ciclo di sviluppo. L’istituzione del Fondo dimostra che la Commissione prende sul serio l’obiettivo di costruire un’Europa che difende e protegge i suoi cittadini”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa